Pasta con fave, piselli e pomodorini al forno

Pasta con fave e piselli freschi, pomodorini confit e una grattugiata di ricotta salata.

Oggi vi propongo una ricetta che presenta due vantaggi: è una buona alternativa per consumare i legumi di cui si raccomanda il consumo almeno due volte a settimana ed è perfetta per questa stagione perché possiamo approfittare di fave e piselli freschi di raccolto. I pomodorini sono al massimo della loro dolcezza e resteranno tali per i prossimi mesi, un piatto che fa venire voglia di estate solo a guardarlo.

Questa pasta è ottima calda ma si può benissimo convertire in pasta fredda omettendo la ricotta salata e aggiungendo della mozzarella tagliata a cubetti e delle foglie di basilico.

La parte che richiede più tempo è la cottura dei pomodorini, trovate la ricetta qui, ma vi assicuro che ne vale la pena; Potete eventualmente organizzarvi e farli cuocere in anticipo quando avete più tempo a disposizione, assaggiateli da crudi e se sono molto dolci potete non mettere lo zucchero.

Ingredienti per 4 persone:

280 gr. di pasta

250 gr. di piselli freschi già sgranati

250 gr. di fave fresche già sgranate

Pomodorini

Ricotta salata

Vino bianco

Olio

Sale

Pepe

Procedimento:

Per realizzare questo sugo sarà necessario sbucciare le fave, per farlo in modo semplice vi basterà tuffarle in acqua bollente per qualche istante prima di effettuare la pulizia, un pò come si fa per togliere la buccia ai pomodori.

Prendete una padella e mettete un giro d’olio, aggiungete le fave sbucciate e i piselli freschi in una volta sola e fateli saltare a fuoco vivace, sfumateli con il vino bianco e abbassate la fiamma, aggiungete sale e pepe e lasciateli cuocere per una decina di minuti.

Quando avrete pronti tutti gli ingredienti mettete a cuocere la pasta in acqua salata e scolatela al dente conservando un pò di acqua di cottura, unitela nella padella insieme ai legumi e aggiungete i pomodorini. Girate il tutto facendo insaporire tra loro i vari ingredienti, aggiungete un pò di acqua se dovesse risultare troppo asciutta e ancora un pò di olio. Servitela nei piatti con una grattata di ricotta salata.

Rispondi

Torna su