Coniglio alle olive

Coniglio alla ligure con olive e pinoli.

Il coniglio alle olive è un secondo piatto perfetto per ogni occasione, una carne bianca alternativa al classico pollo o tacchino. Il suo gusto è molto delicato e in questa ricetta viene esaltato dal condimento a base di olive e aromi, come vedete dalla foto il risultato è molto invitante. Avendo il forno libero si può abbinare con una coloratissima ratatouille di verdure che trovate qui.

Il rischio nella preparazione del coniglio risiede tutto nella consistenza della carne: può essere bellissimo da vedere, ma se all’assaggio dovesse risultare asciutto non sarà piacevole da mangiare. Non vi preoccupate, non c’è niente di difficile, il segreto per ottenere una carne tenera è quello di rosolarlo senza fargli perdere un goccio d’acqua. Per ottenere questo risultato dovete tenere la fiamma alta, la pentola prima di iniziare deve essere ben calda ed è vietato il coperchio. Purtroppo schizzerà tutto quello che si trova intorno, a partire dai fornelli, ma è un piccolo sacrificio che si deve fare per ottenere un ottimo risultato.

Ingredienti per 4 persone:

1 coniglio in pezzi

1 litro d’acqua

Aceto

4 foglie di alloro

3 cucchiai di olive taggiasche

Rosmarino secco

1 cucchiaio di pinoli

1 cucchiaio di semi di finocchio

1/2 bicchiere di vino bianco

Acqua q.b.

Olio extravergine di oliva

Sale

Procedimento:

Per prima cosa dovete pulire il coniglio, togliete quanto più grasso potete, io mi trovo molto bene usando le forbici che arrivano ance in punti difficili, e risciacquatelo sotto l’acqua corrente. Preparate in una ciotola un litro d’acqua a cui unite due o tre cucchiai di aceto di mele e mettete la carne in ammollo per almeno un’ora, questo procedimento farà si che la carne non sappia troppo di selvatico una volta cotta. Prima di metterla a cuocere risciacquatela e asciugatela con della carta da cucina.

Prendete un tegame abbastanza grande da farci stare tutti i pezzi uno accanto all’altro e mettetelo a scaldare sui fornelli con dell’olio, quando è pronto adagiateci i pezzi di coniglio. Giratelo quando si è formata la crosticina da una parte e attendete che si formi anche sull’altro lato, dopodiché sfumate con il vino bianco.

Aggiungete a questo punto tutti gli aromi e ancora un giro d’olio ma aspettate per il sale che andrete ad aggiungere alla fine, mettete il coperchio lasciandolo socchiuso e abbassate la fiamma. Fatelo cuocere per circa un’ora girandolo di tanto in tanto e aggiungendo dell’acqua se dovesse asciugarsi troppo.

Rispondi

Torna su