La crema pasticcera

Dopo la ricetta del Pan di Spagna e dei Bignè non poteva mancare quella della crema pasticcera, molto usata in pasticceria semplicissima da riproporre anche a casa. La ricetta che vi propongo (arriva anche questa dal laboratorio, per approfondire clicca qui), è fatta con l’amido di riso e il latte vaccino, ma per farla anche senza lattosio sarà sufficiente utilizzare il latte delattosato nella stessa quantità. Sconsiglio l’uso di un latte vegetale per conservare inalterato il gusto classico della crema pasticcera.

Per quanto riguarda i tuorli avete due possibilità: potete rompere le uova e usare solo i tuorli, ma gli albumi? Potete congelarli, io lo faccio spesso quando devo usare solo i rossi e non ho voglia di fare le meringhe. Alla prima occasione li metto in una frittata o in una torta salata, in base alla quantità uso solo gli albumi o aggiungo altre uova intere. Altrimenti in commercio si trovano i tuorli d’uovo in bottiglia, non tutti i supermercati li tengono, costano un pò di più ma non si avanza nulla. A voi la scelta..

Ingredienti:

550 ml. di latte fresco

150 gr. di zucchero

110 gr. di tuorlo d’uovo

40 gr. di amido di riso

Baccello di vaniglia

Limone non trattato

Procedimento:

Mettete a scaldare il latte in un pentolino insieme alla scorza del limone (dovete usare solo la parte gialla) e il baccello di vaniglia privato dei suoi semi.

Mentre il latte di scalda amalgamate in una ciotola i tuorli, lo zucchero, l’amido di riso e i semi della baccello di vaniglia, non devono esserci grumi. Una volta che il latte si sarà scaldato versatelo sui tuorli filtrandolo attraverso un colino: all’inizio versatelo piano mescolando continuamente con una frusta per rendere il composto omogeneo. Una volta unito tutto il latte riversatelo nel pentolino e cuocete a fuoco medio finché la crema non si sarà addensata.

Se avete il microonde potete cuocerla anche così, mischiando tutti gli ingredienti in una ciotola e mettendola direttamente in cottura. Sono sufficienti 5 minuti per addensarla ma ricordatevi di mescolarla con una frusta ogni minuto e mezzo in modo da non formare grumi.

Adesso andrebbe messa in una ciotola e riposta in frigo per raffreddarsi, purtroppo il frigo non ne sarà molto contento, dopotutto non è un abbattitore. Vi consiglio di girarla velocemente per farle perdere una buona quantità di calore, eventualmente se le temperature lo consentono mettetela direttamente fuori a raffreddare. Un consiglio per far si che non si formi la pellicina in superficie è quello si coprirla con un foglio di pellicola direttamente a contatto con la crema, come si fa anche con la besciamella e le creme in generale.

Se volete fare la crema chantilly all’italiana sarà sufficiente tagliare la crema pasticcera con della panna montata, ottima per accompagnare il panettone al posto della crema al mascarpone che resta un pò più pesante.

Rispondi

Torna su